Come organizzare i turni di lavoro e migliorare la produttività aziendale
organizzare-i-turni-di-lavoro

Come organizzare i turni di lavoro e migliorare la produttività aziendale

Uno dei principali obiettivi delle aziende è, sicuramente, aumentare la produttività.

Per riuscire ad ottenere dei risultati è fondamentale la cooperazione dei dipendenti. Saper organizzare i turni di lavoro in modo equo può davvero aiutare il rendimento aziendale.

Come è possibile, ti starai chiedendo. Scopriamolo insieme.

I cambiamenti degli orari di lavoro nel tempo

Non tutti gli impieghi hanno gli stessi orari, è risaputo. La gestione dei turni è un’operazione complessa e talvolta stressante, quando il numero dei dipendenti è elevato.

Ci sono dei settori in cui organizzare i turni di lavoro è di vitale importanza, letteralmente. Pensiamo ad esempio alle strutture sanitarie, in cui la vita delle persone dipende costantemente dalla presenza di personale qualificato. O alle torri di controllo degli aeroporti, magari, in cui l’assenza di una risorsa o un turno sbagliato possono causare catastrofi.

Molto spesso, però, capita di ascoltare lamentele di lavoratori sovraccaricati e stanchi per lunghi e continuativi turni.

Prima di organizzare i turni di lavoro, però, è bene tenere presenti le normative in materia, onde evitare gravi ripercussioni legali.

Le direttive europee sulla gestione degli orari

Le disposizioni sostanziali indicate nella Direttiva 2003/88/CE prevedono che:

  • Gli Stati dell’UE si impegnano affinché i dipendenti, nel corso di ogni periodo di 24 ore, godano di minimo 11 ore consecutive di riposo.
  • I lavoratori devono beneficiare, per ogni periodo di 7 giorni, di un riposo di 24 ore cui si sommano le 11 di riposo giornaliere.
  • La durata media dell’orario di lavoro per un periodo di 7 giorni non deve superare le 48 ore straordinari inclusi.
  • I lavoratori notturni con impieghi rischiosi non devono prestare servizio per più di 8 ore nel corso di 24 ore.

Organizzare i turni di lavoro per favorire il welfare aziendale, si può?

Torniamo dunque alla nostra domanda iniziale. Come è possibile spartire equamente i turni lavorativi e incrementare la produttività in azienda?

La risposta è semplice: dare spazio alle persone e alle loro esigenze. Valorizzare le risorse umane ascoltando le loro richieste e i loro impegni al di là del lavoro.

Una corretta pianificazione di turni, riposi, straordinari e assenze, infatti, stimola la serenità dei lavoratori e aumenta il loro rendimento. È risaputo che quando si lavora in un ambiente equilibrato e tranquillo, le persone sono portate a dare il massimo per raggiungere un obiettivo.

Un software che gestisce i turni per te

Ok, forse queste cose già le sapevi, ma nonostante tutto la gestione dei turni nella tua azienda risulta sempre difficoltosa e caotica.

In questo caso non disperare, c’è una soluzione a portata di mano e pronta all’uso. Un software gestionale HR e in Cloud che ti consente di stabilire turnazioni e rotazioni da app o desktop.
Grazie ai dati sempre disponibili, puoi verificare orari e timesheet di ogni dipendente e stabilire così turni e riposi settimanali e/o mensili.

Una comodità non da poco, nonché un valido aiuto per una migliore gestione aziendale e un personale più felice e motivato.